Menu Italiano

Le onde d’urto radiali sulla tendinite

Dott. Pasquale Bergamo

CTF Centro Terapia Fisica

Italy

Scomparsa della sintomatologia dolorosa

Study_IT_4

Assoluta efficacia del trattamento con onde d’urto sulle tendinopatie inserzionali calcifiche.

Onde d'urto tendinite calcifica

Il caso clinico riguarda un paziente F.P. di anni 73, con esiti di intervento di osteosintesi di frattura del femore dx avvenuta il 04.09.2010.
A causa di per un fastidio persistente a livello della regione glutea e ischiatica, che si accentuava notevolmente nella posizione assisa, era visitato nei mesi di giugno e luglio 2011 da un ortopedico e da un neurochirurgo che avevano ipotizzato rispettivamente dei problemi posturali del bacino e della
colonna il primo ed una radicolite da discopatia il secondo.
Aveva praticato terapia medica con FANS senza apprezzabili miglioramenti.
Era da me visitato in agosto 2011 sempre per lo stesso disturbo.
All’esame clinico rilevavo una dolenzia spiccata a livello della inserzione ischiatica del tendine del muscolo bicipite femorale destro per cui consigliavo di eseguire una ecografia della regione sospettando una tendinopatia calcifica.

Eseguiva l’esame richiesto che rilevava un edema del tendine bicipite a livello preinserzionale.
Praticava un ciclo di diatermoterapia (TECAR) in ambulatorio privato di fisioterapia di sua fiducia.
I risultati a distanza di 20 giorni erano insoddisfacenti.
Autonomamente ripeteva, da altro radiologo, l’esame ecografico in data 15.10.2011 (fig. a) che mostrava “… in sede profonda mio fasciale una piccola formazione iperecogena del diametro di 7 mm da riferire a calcificazione…..”. ( foto 1).
A questo punto prescrivevo un ciclo di 6 sedute di Onde d’Urto utilizzando apparecchiatura radiale BTL-6000 SWT Topline con trasmettitore focalizzato di 15 mm.
Il trattamento, eseguito presso il Centro C.T.F. di Scalea da me diretto (dal 31.10.2011 al 26.11.2011 una seduta ogni 4 giorni), era condotto in modalità manuale iniziando con intensità di 1,5 bar frequenza 5 Hz per essere poi incrementato nella frequenza e nell’intensità nel rispetto anche della compliance dello stesso Paziente. 
 
Già dopo la prima seduta il Paziente riferiva di avvertire meno fastidio.
Proseguendo il trattamento la sintomatologia dolorosa, sia a riposo e sia durante sforzi, era completamente scomparsa.
Eseguiva in data 29.11.2011 un controllo ecografico dallo stesso specialista che evidenziava “nella regione sottoglutea, sede della pregressa patologia, non si apprezza più la calcificazione prima presente ma si intravede una piccola area iperecogena, piuttosto rarefatta e sfumata come esito”. (foto2).
Ad un mese di distanza non si registrano recrudescenze della patologia. In conclusione si può affermare che tale esperienza personale conferma e dimostra l’assoluta efficacia del trattamento a mezzo di onde d’urto sulle tendinopatie inserzionali calcifiche.

Articolo pubblicato sul sito ufficiale www.medicinadellosport.it

CTF Centro Terapia Fisica - Via Lauro, 57 - 87029 Scalea (CS) - Tel: + 39 0985 21636

Più studi professionali

Scegli la tua lingua

Chiudi notifica
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni