Menu Italiano

Terapia con Onde d'Urto Extracorporee nel trattamento della fasciite plantare cronica

Magdy Husseiny, Ahmad Mansour

Reparto di reumatologia e riabilitazione Facoltà di Medicina, Università di Zagazig, Fonte: Zagazig University Medical Journal, 2009; 15 (1) 73-82

Egitto

Riduzione del dolore in più del 60% dei casi

study-13opr

L'ESWT è un trattamento non invasivo, sicuro ed efficace per la fasciite plantare recalcitrante.

Abstract:

I pazienti con fascite plantare (PF) tipicamente avvertono dolore appena alzati dal letto la mattina o dopo un periodo di inattività. Essi affermano che il dolore diminuisce dopo aver camminato per un po'. La maggior parte dei pazienti tollera la condizione prima di chiedere aiuto medico. I trattamenti conservativi attuali per la fascite plantare includono riposo, terapia fisica, cuscino sul tallone, farmaci antinfiammatori non steroidei, iniezioni per corticosteroidi, tappi, ortotici, modifiche delle scarpe,immobilizzazione notturna e ingessatura. Un metodo di trattamento abbastanza nuovo è la terapia con onda d'urto extracorporea (ESWT). Nonostante numerose pubblicazioni e studi clinici l'applicazione della terapia ad onde d'urto extracorporee (ESWT) rimane ancora altamente equivoca nel trattamento della fasciite plantare cronica. Lo scopo di questo lavoro era quello di determinare il ruolo della terapia ad onde d'urto extracorporea nel trattamento della fasciite plantare cronica recalcitrante.

Questo studio è stato condotto su 90 pazienti affetti da fasciite plantare cronica recalcitrante dopo terapie tradizionali di almeno 6 mesi. Sono stati raccolti dalla clinica ambulatoriale di Medicina Fisica & Reparto di riabilitazione, Ospedale King Saud, Onaizah, regione AlQassim, Arabia Saudita (KSA). Tutti i soggetti sono stati valutati in base ai criteri di inclusione e di esclusione del protocollo di studio. L'assenza di frattura calcanea, anomalie ossea e altre patologie sono state confermate con radiografia laterale prima del trattamento. I soggetti sono stati suddivisi in due gruppi.

Il gruppo attivo ha incluso 60 pazienti (20 maschi e 40 femmine) con un'età media di 52,1 & plusmn; 8,5 anni e il gruppo di controllo comprendeva 30 pazienti (12 maschi e 18 femmine) con un'età media di 47,7 & plusmn; Questo gruppo è stato applicato in quattro sessioni come intervallo settimanale utilizzando 2000 impulsi (pressione 2,5-3,5 bar, frequenza 10-15 Hz) con una densità media di flusso energetico da 0,02 a 0,33 mJ/mm2 . Non è stata utilizzata alcuna anestesia. 

Il gruppo di controllo ha ricevuto il trattamento con placebo di soli 20 shock con una densità energetica trascurabile di 0,02 mJ/mm2. Una valutazione del dolore mediante scala analogica visiva (VAS) che va da zero (nessun dolore) a dieci (dolore massimo) è stata stabilita dopo 4 settimane, 8 settimane e tre mesi dopo il trattamento. L'unità base BTL-5000 SWT è stata utilizzata per ESWT (pressione 1-5 bar, frequenza 1-15Hz). Tutti i trattamenti sono stati eseguiti secondo le istruzioni del manuale di istruzioni.

Per quanto riguarda la misura dei risultati, una differenza statisticamente significativa è stata riscontrata nella variazione dall'inizio fino a dopo 3 mesi nei punteggi VAS del gruppo trattato rispetto al placebo (p <0,01). Nel gruppo attivo, il punteggio medio del dolore è diminuito da 7,8 a 3,8 a 3 mesi (p <0,001), con conseguente miglioramento percentuale medio del 49,7%. Nel gruppo placebo il punteggio medio del dolore è diminuito da 7,8 a 5,4 a 3 mesi (p <0,001), un miglioramento percentuale medio del 32,1%. Nel gruppo attivo, il 48,3% (29 su 60) dei soggetti ha ottenuto un miglioramento del dolore superiore al 60% e nel gruppo placebo solo il 23,3% (12 di 30) ha soddisfatto gli stessi criteri. ESWT è un non invasivo , Un trattamento sicuro ed efficace per la fasciite plantare recalcitrante.

Più studi professionali

Scegli la tua lingua

Chiudi notifica
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni